Non riesco a dimagrire: come fare

Dimagrire richiede molto impegno e tenacia, qualche volta si riesce, altre no. Ma al di là delle ragioni tecniche, spesso subentrano altre cause da imputare allo stallo. In questo post vedremo quali sono e quali meccanismi mentali possono sbloccarti.

Prima di entrare nel nocciolo della questione, un concetto deve essere ben chiaro. Un programma di dimagrimento che comprende cambiamenti nello stile di vita deve essere sostenibile nel lungo termine, altrimenti può portare solo a un temporaneo miglioramento della condizione fisica e gli sforzi per far proprie le nuove abitudini di vita potrebbero essere inutili. 

Le domande da cui partire

Prima di partire con qualsiasi programma, bisogna porsi qualche domanda. 

La prima e più importante è: perché voglio dimagrire? 

La seconda è: cosa sono disposto a sacrificare per raggiungere il mio obiettivo? 

E ancora: la dieta che seguirò per perdere peso mi porterà dei benefici reali e definitivi? Se noti bene, con questa domanda chiudiamo il loop.

perché dimagrire

Quindi, metti sul piatto della bilancia vantaggi e svantaggi che comporterebbe il percorso di dimagrimento, perché in questo modo puoi valutare se vale la pena seguirlo.

Proprio come di una medicina, è importante conoscerne gli effetti collaterali.

Sinceramente io sono convinto che tutti i sacrifici debbano essere giustificati, altrimenti si perdono energie che potrebbero essere spese per attività più interessanti.

A questo punto ti sei posto delle domande, pensaci un po’ (ma non troppo) e trai le tue conclusioni. 

Se ti rendi conto che i sacrifici da sostenere sono esagerati e che il peso degli svantaggi supera quello dei vantaggi, lascia perdere. Ricorda l’obiettivo ultimo è creare un benessere reale e sostenibile nel tempo.

Fammi capire bene? Quindi mi stai dicendo di lasciar perdere?

Esatto, è quello che ho scritto, ma questo vale solo finché non ti metti nella  condizione di partire.

Prima di continuare ti consiglio di aprire un’altra finestra, ti potrebbe interessare leggere anche: “Perché controllare il peso ogni giorno non è utile”.

Pronti, partenza, via

Il discorso è più semplice di quello che credi, te lo spiego con una metafora. Prima che iniziassero le corse di “moderna” atletica leggera, gli atleti delle specialità sprint partivano in piedi anche per le gare di 100,200 e 400m. 

A un certo punto, si è visto che era più conveniente impostare una posizione di partenza con le mani a terra, sbilanciati in avanti e con le gambe piegate: la classica posizione dei blocchi di partenza. 

In principio, non tutti si adeguarono alla nuova posizione, poi i più restii si accorsero che il guadagno degli avversari era talmente tanto che non c’era ragione per non adeguarsi. 

Cosa era accaduto?

Tutti gli atleti si erano messi in condizione di esprimere il loro massimo potenziale. Proprio quello che dovrai fare anche tu. Prima di partire con il tuo piano dietetico devi metterti nella migliore posizione possibile per vincere la tua gara contro tutti gli avversari che si anteporranno tra te e la vittoria finale.

Gli avversari ai quali mi riferisco sono molteplici, ti faccio qualche esempio.

Gli impegni quotidiani

Per quanto importante possa essere per te dimagrire, non potrai dedicarci tutto il tempo. Gli impegni quotidiani sono molteplici e di natura diversa: riunioni di lavoro, trasporto cuccioli in palestra, uscite con gli amici, ecc.

Dimagrire in compagnia

Il tempo è una moneta da valutare e gestire al meglio.

Il mio intento non è quello di scoraggiarti, ma quello di farti capire che prima di approcciarti a una dieta dovrai ottimizzare i tuoi tempi in modo da ritagliare maggiore spazio al tuo obbiettivo.

La tua abilità dovrà essere anche quella di lasciare degli slot liberi per ciò che realmente desideri, quindi elimina il superfluo e seleziona solo quello che è veramente necessario.

Le tentazioni

Magari ti verrà da sorridere, ma il diavolo tentatore è sempre in agguato. Milioni di cose ti porteranno fuori strada e molte di meno ti manterranno sulla retta via. 

Sermone a parte, domandarsi perché si vuole dimagrire è fondamentale, in quanto aiuta a capire se il desiderio è allineato con la volontà. Se è così, le motivazioni sono molto più forti e la probabilità di cedere alle tentazioni si riduce drasticamente. 

Posso resistere a tutto tranne che alla tentazione.    Oscar Wilde

Giusto per essere chiari. Il problema qui non è concedersi qualche sfizio, ma il fatto che questo diventi una regola o non venga percepito come sgarro.

Non si crea né si distrugge, ma non è illimitata

Il tempo a disposizione è limitato, ma c’è un’altra risorsa di cui dovrai tener conto: l’energia. 

Mi dispiace, ma devo metterti di fronte alla dura verità: non sei bionico. Le tue energie sono limitate e l’unico in grado di capire quanta carica è rimasta nelle batterie sei tu. Come già accennato, dovrai affrontare la sfida “dimagrire” insieme a tante altre e ognuna ti succhierà via una parte di energia.

Ricorda che prima di cominciare il tuo percorso, devi metterti in condizione di finalizzare i tuoi sforzi, ecco perché è necessario seguire il principio di fare poche cose e bene. 

Dimagrire lista

Fai la tua lista

Bene, quindi siamo arrivati al termine di questo post e a questo punto dovremmo aver capito la risposta al titolo iniziale.

Non dimagrisci, perché dimagrire non è tra le tue priorità. Ecco cosa devi fare!

Senza pensarci troppo, prendi un foglio di carta e inizia a stilare una lista. La lista delle cose che vorresti ottenere nel breve termine. L’elenco non deve essere chilometrico, bastano 5 punti. Adesso ordina i tuoi punti in base alla priorità che intendi assegnare. 

Ti consiglio di cominciare il tuo programma di dimagrimento solo in due casi:

  • dimagrire è al primo posto della lista ed è quello che desideri con tutte le tue forze;
  • dimagrire è al secondo posto della lista e al primo posto c’è qualcosa di facile e non molto impegnativo.

In tutti gli altri casi, non è ancora il momento. Aspetta le giuste condizioni e poi dedicatici come se non ci fosse un domani. 

Fai attenzione però, il momento giusto potrebbe non arrivare mai!

Ciao e al prossimo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *